L'energia vitale (Qi)

Il Qi è in continuo e costante movimento e trasformazione

ed è grazie a questo che viene garantita la ciclicità della vita, nell’universo, come nell’organismo dell’essere umano.

 

Spesso tradotto come “energia”, in realtà il concetto orientale di Qi è di difficile definizione.

Il carattere cinese per Qi contiene le radici di “vapore” e “riso”: nelle sue forme raffinate

il Qi si muove e fluisce in modo pressoché invisibile, come il vapore, mentre nei suoi aspetti più densi rallenta e si unisce in una forma, come il riso. Il Qi è il prodotto dell’interazione Yin/Yang e costituisce la base del mondo dei fenomeni.

 

Il Qi appartiene sia al macrocosmo sia al microscomo.

Un detto toista dice: “io sono dentro il Qi, il Qi è dentro di me”.

 

La filosofia taoista cinese vede l’intero cosmo quale manifestazione del Tao, o principio fondamentale, centro, motore e scopo di ogni elemento, onnipresente ma impercettibile e indefinibile. Il Tao viene, tra le altre cose, raffigurato anche come un cerchio suddiviso in due identiche ma opposte metà sinusoidali, una di colore bianco e una di colore nero con al loro interno un piccolo seme del colore opposto, che rappresentano lo Yin e lo Yang.

È la raffigurazione del principio della creazione da cui tutto nasce. 

 

Ogni espressione della natura ed ogni essere vivente sono emanazioni del Tao, che si manifesta attraverso una forza di trasformazione: il Qi, soffio vitale, vibrazione vitale dell’universo presente in ogni manifestazione della natura e nell’uomo, ed espressione della attività dinamica di due polarità primordiali opposte ma complementari dette Yin e Yang. 

 

La metà di colore nero, con il seme bianco al suo interno è lo Yin che rappresenta l’aspetto femminile, negativo, ricettivo, discende, interno, freddo, oscuro, di ogni fenomeno; la metà bianca con il seme nero rappresenta il principio opposto e complementare, è lo Yang che rappresenta l’aspetto maschile, positivo, creativo, esterno, caldo, luminoso, sale. Le due polarità non sono entità materiali, non esistono singolarmente e si completano e trasformano vicendevolmente.

I Meridiani

Nell’uomo il Qi scorre incessantemente attraverso invisibili linee, i Meridiani, che presiedono alla circolazione dell’energia nel corpo umano.

 

Il concetto di Qi non si riferisce solo agli esseri umani, ma riguarda l’interazione dinamica

delle forze viventi in tutte le manifestazioni della natura.

Il Do-In, l’Anma (massaggio tradizionale giapponese) e la medicina erboristica cinese hanno tutti lo scopo di curare la malattia e ripristinare la salute facilitando il fluire dell’energia.

 

Il concetto centrale della medicina orientale

è che tutti i problemi fisici sono il risultato

di ostacoli nello scorrimento del Qi.

In questa pagina è riportata la mappa dei Meridiani disegnata da Shizuto Masunaga. Attraverso i sui studi e l’esperienza diretta con

il Qi, Masunaga prolungò il percorso dei meridiani classici dell’agopuntura estendendoli a tutto il corpo umano. Nel suo stile di Shiatsu inoltre, il flusso del Qi non è contattato solo in alcuni punti specifici, come per l’agopuntura, ma lo si segue per tutta la lunghezza del Meridiano.

mappa_meridiani.jpg
Contatti

Daniela Piola

daniela@flowshiatsu.com

Cell: 340.3784613

P.IVA 13730611004

Seguimi:

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Basic Square
  • Instagram Icona sociale
  • LinkedIn Social Icon
  • Daniela Piola
Sede

Sede principale 

Via Ignazio Giorgi 16 (RM)

Altre sedi

Via G.Riccioni, 51

Sant'Oreste (RM)

Via Mazzocchi, 18

Civita Castellana (VT)